Gli italiani vorrebbero più investimenti per farmaci che migliorano significativamente la salute

L'indagine

Gli italiani vorrebbero più investimenti per farmaci che migliorano significativamente la salute

di redazione

Il 95% dei partecipanti a un’indagine su un campione di 500 persone rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne vorrebbe più investimenti per farmaci che comportano un significativo miglioramento dello stato di salute.

Dalla stessa ricerca, condotta da CSA, sigla di Havas Media Network dedicata a ricerche e analytics, risulta che un cittadino su quattro non ha idea di quale dovrebbe essere la soglia massima della spesa sanitaria pubblica destinata all’acquisto di farmaci, mentre il 55% indica un budget fra il 5 e l’8% della spesa. Dati dai quali emergerebbe, secondo gli autori, la poca conoscenza e la scarsa consapevolezza degli italiani delle dinamiche di investimento delle Istituzioni nella salute.

I risultati della ricerca sono stati presentati in occasione dell’evento “Horizon Scanning e valore del farmaco nell’era dell’innovazione: environment shaping e cambio di paradigma del market access”, organizzato da Havas Red Health, il network del gruppo Havas in ambito salute, e da Archipelago, società di consulenza globale per il valore e l'accesso, che si è tenuto lunedì 27 maggio a Milano.

Le patologie a cui dovrebbero essere garantire la maggior parte delle risorse economiche sono le malattie oncologiche, ematologiche, cardiache e neurologiche.

Dall’indagine è emerso inoltre che quasi la metà delle persone intervistate (il 46%) ritiene che farmaci e soluzioni terapeutiche potrebbero essere una fonte di risparmio, purchè utilizzati nel modo corretto: per questo motivo, diventa sempre più centrale accompagnare le politiche sul farmaco con una comunicazione efficace e attenta a condividerne il valore con tutti gli stakeholder.
«Costruire insieme il valore delle terapie innovative per la salute mettendolo al centro di relazioni robuste con gli stakeholder, creando senso e rilevanza per tutti gli interlocutori – commenta Corrado Tomassini, Vice President Havas PR & Managing Director Havas Red Health - è la sfida che ci appassiona in Havas. Ed è anche l’unico modo per garantire una crescita sostenibile della industry della salute che è così strategica per il nostro Paese».